Fisioterapia Domiciliare a Roma

La fibromialgia: una vera malattia

Tipici della Fibromialgia sono il dolore diffuso nei tessuti muscolari e fibrosi profondi, parestesie, affaticamento, mancanza di forza, rigidità, disturbi del sonno, Per tutto questo ne fà una malattia malattia gravemente debilitante.

La Fibromialgia per molto tempo è stata diagnosticata  principalmente in base a valutazioni soggettive del dolore del paziente, il disturbo è stato ritenuto psicosomatico e spesso attribuito all’immaginazione.

Il genere femminile è colpito in misura più che doppia rispetto al maschile dalla sindrome fibromialgica.

Ma da qualche anno questa malattia tanto subdola è stata compresa meglio anche grazie a nuove conoscenze che hanno permesso di comprenderne meglio i fattori scatenanti.

I Sintomi Della Fibromialgia

I sintomi che la caratterizzano hanno la loro origine in patologie anche molto differenti ed i mezzi diagnostici ora a nostra disposizione possono aiutarci a capire meglio.

Abbiamo detto che la fibromialgia è caratterizzata principalmente da rigidità muscolare, dolore, debolezza, affaticamento, parestesie, disturbi del sonno.

Possono essere presenti reflusso gastroesofageo, tachicardia, aritmia.

Il medico specialista va informato di tutti questi sintomi perchè possono essere importanti per la diagnosi differenziale ovvero individuare la vera causa di questo tipo di fibromialgia.

Ricordiamo che la fibromialgia può essere il sintomo e la conseguenza di molte malattie.

Le cause

La fibromialgia può essere conseguenza di una malattia reumatica o di una malattia infettiva, il reumatologo consiglierà delle analisi specifiche per l’individuazione dei fattori reumatici.

Fibromialgia per alterazioni al sistema nervoso vegetativo simpatico-parasimpatico,stress psicologico, nel quale il nostro sistema nervoso entra in modalità “attacco o fuga”, ovvero una specialità del sistema nervoso simpatico e non riesce ad uscirne completamente.

In pratica è una sindrome da stress cronico, le situazioni stressanti dovrebbero avere una durata limitata nel tempo, quando perdurano a lungo lo stato di tensione nel nostro corpo può produrre vari tipi di danni.

Può essere originata da alterazioni ormonali.

Da eccessivo uso muscolare per pratiche sportive estenuanti o carico di lavoro.

Recentemente uno studio pubblicato su PubMed, ha evidenziato che alcune persone posseggono un anomalo eccesso di terminazioni nervose sensitive che in risposta anche stimoli di lieve entità possono dare risposte dolorose.

Le cure

Come appare evidente non esiste una sola cura per la fibromialgia, bisognerà intervenire su diversi fronti.

Potrà essere necessario il consulto con un reumatologo, qualora le cause siano di tipo reumatologico, di un neurologo che aiuti a ripristinare  l’alternanza simpatico/parasimpatico.

Di un fisioterapista per la conservazione di un buono stato muscolare attraverso stretching e trattamenti specifici manuali o che prevedano l’utilizzo di macchinari.

Una integrazione a base di sali minerali, potassio e magnesio è spesso consigliata.

 

 

tecarterapia domicilio roma

Lombalgia dopo mangiato

La Lombalgia quando ci si alza da tavola è spesso causata da altri problemi, vediamo quali.

 

Intolleranze e Allergie come Causa della Lombalgia

 

La Lombalgia ha come prima conseguenza il dolore , che può avere origine negli organi interni infiammati per l’ingestione di alimenti a cui si è allergici o intolleranti.

Evidentemente se si predisposti a soffrire di lombalgia qualsiasi ulteriore fattore la farà peggiorare.

I principali alimenti che possono causare sofferenze all’apparato gastro intestinale e che quindi hanno incidenza sull’insorgere della Lombalgia sono:

  • Latte e Latticini
  • Glutine
  • Arachidi
  • Vino e Alcolici
  • Condimenti Piccanti: Pepe, Peperoncino
  • Fritti

 

Calcoli biliari e coliche

 

I calcoli biliari sono delle piccole formazioni della forma di sassolini che possono crearsi all’interno della colecisti ed ostruire i condotti biliari.

Durante ogni pasto la colecisti riversa la bile, utile per la digestione nell’intestino.

Se i condotti biliari sono parzialmente ostruiti o la cistifellea è infiammata può verificarsi una cosiddetta “colica”, dolore intenso che può irradiarsi alla schiena e nausea.

Angina pectoris e infarto

 

La Lombalgia può anche essere sintomo di un infarto o di una angina pectoris. Il Mal di schiena conseguente infatti può essere dovuto a diverse cause scatenanti.

Quando la Lombalgia è accompagnata da dolore al braccio sinistro, dolore nella regione cardiaca, sudorazione deve scattare un campanello di allarme.

Ovviamente non è sempre facile individuare le cause del Mal di Schiena , le lombalgie si presentano in varie forme e causano differenti intensità di dolore .

Bruciore di stomaco e reflusso gastro esofageo

 

L’eccesso di acidità di stomaco può provocare sensazione di bruciore e reflusso gastroesofageo.

Il dolore al centro della schiena, la tosse, la sensazione di aspro in bocca possono essere tutti sintomi di questa condizione.

Gli alimenti che in persone predisposte possono causare questi disturbi sono i condimenti piccanti, il cioccolato, la caffeina.

 

Infezione Renale

Il mal di schiena nella parte lombare può essere causato anche da un’infezione renale.

I sintomi comprendono dolore all’addome, sangue nelle urine, febbre, nausea, bruciore alla minzione urgenza ad andare in bagno.

 

Problemi Posturali

Stare seduti e curvi sul piatto durante i pasti può provocare dolore.

Un postura scorretta può causare dolore in tutte le situazione in cui si sta curvi  in avanti, alla scrivania, durante i lavori domestici come lavare i piatti, guidare la macchina.

 

Conclusioni

 

Il dolore di schiena dopo i pasti può avere molte origini, mentre per tutte le cause elencate sarà opportuno contattare un medico, per la postura sarà essenziale rivolgersi ad un fisioterapista esperto in postura.