Fisioterapia Domiciliare a Roma

La Scoliosi

La Scoliosi è un’anomalia della colonna vertebrale, nello specifico si tratta di una curvatura.

Chi colpisce?

Può colpire chiunque a prescindere dal sesso, generalmente tende ad aggravarsi di più nelle donne, soprattutto nell’età dello sviluppo.

Quali sono le cause?

In base alla causa distinguiamo le tipologie di scoliosi. Generalmente sono sconosciute, da ciò deriva il termine “idiopatica”, con causa ignota. La scoliosi idiopatica è la tipologia di scoliosi più diffusa. Negli altri casi le cause possono essere genetica, ereditarietà, disturbi neuromuscolari e malattie genetiche.

Quali sono i sintomi?

Il dolore alla schiena è presente generalmente solo nei casi più gravi e può essere accompagnato con difficoltà nella respirazione, nel camminare e nello stare seduti. Nei casi meno gravi il soggetto presenta spalle e scapole ad altezze diverse, postura non simmetrica, la colonna vertebrale non dritta ma con curvatura o con più curvature.

Come prevenire?

Non c’è un’attività fisica che previene la scoliosi, ma delle buone abitudini e della ginnastica posturale mirata, per irrobustire la muscolatura, possono aiutare nella prevenzione. Nel caso in cui la scoliosi fosse già presente, vi consigliamo, con l’ausilio di un fisioterapista, di praticare esercizi specifici per la scoliosi. Prestate attenzione al modo nel quale state seduti alla scrivania o al modo nel quale dormite, spesso anche delle brutte abitudini, ripetute nel tempo, possono peggiorare la situazione.

Come curare?

Dipende dalla gravità della deformazione, che si misura in base ai gradi di misurazione della curvatura scoliotica. Ovviamente è importante intervenire il prima possibile.

-Nei casi più lievi 15-20% Cobb: rimodulando le vostre abitudini e iniziando un percorso specifico di terapie fisioterapiche.

-Nei casi gravi 20-35% Cobb: l’applicazione del busto per scoliosi, sono in grado di arrestare il processo di avanzamento dell’alterazione.

-Nei casi più gravi 35-40% Cobb: sarà necessario un intervento chirurgico.

 

 

Come misurare i gradi della curvatura scoliotica?

Affidatevi ad un professionista, online presentano dei modi di misurazione casalinghi, ma è meglio, per avere informazioni attendibili affidarsi ad uno specialista.

 

 

Trattamento Fisioterapico

 

STC, Sindrome del Tunnel Carpale: sintomi, cause e cure.

La sindrome del Tunnel Carpale è una patologia molto diffusa ed interessa un canale, un piccolo tunnel all’interno del quale passano tendini e un nervo. Quando il tunnel è compromesso, causando la sofferenza di tale nervo, il nervo mediale, può verificarsi l’insorgere di tale sindrome.

Quali sono i primi sintomi?

Dolore, formicolio, rigidità nella zona del polso, della mano e delle dita (principalmente pollice, indice e medio).

Quali sono le cause?

-Predisposizione fisica, alcuni soggetti potrebbero avere un tunnel carpale molto piccolo e potrebbero sviluppare la patologia.

-Particolari attività manuali, utilizzo eccessivo del mouse per chi lavora molto al computer, suonare strumenti musicali, utilizzare strumenti manuali in generale per molte ore durante il giorno…

-Patologie, artrite reumatoide, sovrappeso, diabete…

-Lesioni nella zona interessata, causate da incidenti, traumi..

-Gravidanza.

Come intervenire?

L’importante, se possibile, è individuare la causa ed intervenire rapidamente.

L’intervento varia in base alla causa, se parliamo della gravidanza, è solo una situazione momentanea, dopo il parto, il gonfiore e la ritenzione idrica, che hanno scatenato la STC, si ridurranno e con essi anche la sindrome. Se la causa è una patologia come il diabete, bisogna intervenire sulla patologia che ha scatenato la sindrome. Negli altri casi bisogna valutare in che stato è la sindrome. Attraverso fisioterapia mirata si può migliorare notevolmente lo stato della patologia e, in moltissimi casi, evitare l’intervento chirurgico, più invasivo e riservato ai pazienti più gravi.

Chi può identificare la patologia?

Il vostro medico, fisioterapista o fisiatra.

Loro vi condurranno verso le possibili cure.

Come prevenire?

Ci sono delle piccole accortezze, che se attuate possono aiutare nella prevenzione della STC: per chi lavora al computer o con strumenti manuali consigliamo di fare delle piccole pause frequentemente e di proteggere la zona della mano con un cuscinetto, ad esempio, vicino al mouse.

 

 

STC zone colpite nella mano.