Fisioterapia Domiciliare a Roma

Quando il mal di schiena colpisce i più piccoli.

Il peso dello zaino scolastico è responsabile del mal di schiena nei ragazzi?

 

Passando fuori da una scuola spesso vediamo dei bambini  portare sulle spalle degli zaini che sembrano sproporzionati rispetto alla loro statura.

Nei nostri ricordi d’infanzia ci sono questi zaini pieni di libri, molto pesanti e fastidiosi da portare.

Negli ultimi anni sono stati svolti molti studi sia per quanto riguarda la correlazione peso dello zaino – statura del bambino e sia per quanto riguarda il modo di indossarlo.

Le Ricerche

La fascia di età prevalentemente analizzata è quella che va dai 12 ai 18 anni.

Negli studi inerenti la correlazione peso zaino- statura sono emersi valori interessanti; le ricerche riportano una percentuale circa del 74,4% di studenti che presentavano dolori alla schiena.

È stato inoltre possibile rilevare un aumento di questa percentuale nelle bambine, nei ragazzi che presentavano una più elevata massa corporea e negli studenti più esili.

In particolare in questa fascia d’età, corrispondente al massimo accrescimento in altezza dei ragazzi, il peso eccessivo dello zaino, può diventare un ulteriore fattore di rischio per lo sviluppo di scoliosi e cifosi

Purtroppo,  non dipendendo dalle scelte del soggetto interessato, ma da quelle imposte dalla scuola,  risulta molto complicato modificarlo, anche se sarebbe meglio alleggerirlo il più possibile.

 

Come indossare lo zaino

 

Per  il modo di indossare lo zaino, è stato osservato che il posizionamento più corretto sia quello bilaterale, che garantisce lo scarico assialmente alla colonna vertebrale risultando quindi meno dannoso per il soggetto.

In termini meno formali è consigliato far indossare lo zaino al bambino su entrambe le spalle adattando le cinghie in modo tale che la parte più alta dello zaino sia alla stessa altezza delle spalle.

Sappiamo che è molto difficile riuscire a rispettare diligentemente tali comportamenti, a volte sono inevitabili come per il caso di una bambina esile costretta a portare uno zaino molto pesante sulla schiena, per questo motivo ci teniamo a rassicurarvi.

Consultatevi con un fisioterapista esperto, attraverso una fisioterapia mirata alla correzione della postura e attraverso degli esercizi di potenziamento muscolare è possibile intervenire, risolvendo o limitandone i danni.

Tale studio era incentrato principalmente sui più piccoli ma vale un discorso abbastanza simile anche per gli adulti.

 

tecarterapia domicilio roma

Lombalgia dopo mangiato

La Lombalgia quando ci si alza da tavola è spesso causata da altri problemi, vediamo quali.

 

Intolleranze e Allergie come Causa della Lombalgia

 

La Lombalgia ha come prima conseguenza il dolore , che può avere origine negli organi interni infiammati per l’ingestione di alimenti a cui si è allergici o intolleranti.

Evidentemente se si predisposti a soffrire di lombalgia qualsiasi ulteriore fattore la farà peggiorare.

I principali alimenti che possono causare sofferenze all’apparato gastro intestinale e che quindi hanno incidenza sull’insorgere della Lombalgia sono:

  • Latte e Latticini
  • Glutine
  • Arachidi
  • Vino e Alcolici
  • Condimenti Piccanti: Pepe, Peperoncino
  • Fritti

 

Calcoli biliari e coliche

 

I calcoli biliari sono delle piccole formazioni della forma di sassolini che possono crearsi all’interno della colecisti ed ostruire i condotti biliari.

Durante ogni pasto la colecisti riversa la bile, utile per la digestione nell’intestino.

Se i condotti biliari sono parzialmente ostruiti o la cistifellea è infiammata può verificarsi una cosiddetta “colica”, dolore intenso che può irradiarsi alla schiena e nausea.

Angina pectoris e infarto

 

La Lombalgia può anche essere sintomo di un infarto o di una angina pectoris. Il Mal di schiena conseguente infatti può essere dovuto a diverse cause scatenanti.

Quando la Lombalgia è accompagnata da dolore al braccio sinistro, dolore nella regione cardiaca, sudorazione deve scattare un campanello di allarme.

Ovviamente non è sempre facile individuare le cause del Mal di Schiena , le lombalgie si presentano in varie forme e causano differenti intensità di dolore .

Bruciore di stomaco e reflusso gastro esofageo

 

L’eccesso di acidità di stomaco può provocare sensazione di bruciore e reflusso gastroesofageo.

Il dolore al centro della schiena, la tosse, la sensazione di aspro in bocca possono essere tutti sintomi di questa condizione.

Gli alimenti che in persone predisposte possono causare questi disturbi sono i condimenti piccanti, il cioccolato, la caffeina.

 

Infezione Renale

Il mal di schiena nella parte lombare può essere causato anche da un’infezione renale.

I sintomi comprendono dolore all’addome, sangue nelle urine, febbre, nausea, bruciore alla minzione urgenza ad andare in bagno.

 

Problemi Posturali

Stare seduti e curvi sul piatto durante i pasti può provocare dolore.

Un postura scorretta può causare dolore in tutte le situazione in cui si sta curvi  in avanti, alla scrivania, durante i lavori domestici come lavare i piatti, guidare la macchina.

 

Conclusioni

 

Il dolore di schiena dopo i pasti può avere molte origini, mentre per tutte le cause elencate sarà opportuno contattare un medico, per la postura sarà essenziale rivolgersi ad un fisioterapista esperto in postura.