Fisioterapia Domiciliare a Roma
Linfodrenaggio e Gravidanza

Linfodrenaggio e Gravidanza 1

I mesi della gravidanza, in media nove, sono considerati tra i più delicati nella vita di una donna.

Il corpo cambia ed ospita una nuova vita: un aumento di peso è normale, del gonfiore diffuso soprattutto nella parte inferiore del corpo accompagnato da ritenzione idrica.

 

Cosa consigliamo?

Un trattamento delicato, pre e post parto, anche per aiutare nella ripresa. Il linfodrenaggio,  il metodo Vodder è il più indicato. Si possono ottenere ottimi risultati in brevissimo tempo.

Come funziona?

Favorisce il rilascio e il flusso dei liquidi trattenuti dal corpo. Aiuta a sgonfiare le zone interessate, come gambe e caviglie. Mantiene il sistema linfatico in equilibrio, i capillari elastici e la pelle omogenea.

Quando iniziare?

Dal terzo mese di gravidanza in poi è il metodo più indicato.

Perché dal terzo mese? I primi mesi sono delicatissimi per la salute del feto.
A chi affidarsi?
Ad un professionista del linfodrenaggio. Il corpo della futura o neomamma, è delicato e va trattato nel modo giusto.

Linfodrenaggio e Gravidanza

 

Vi consigliamo la lettura di un precedente articolo, come trattare la cellulite 

 

 

Cellulite

Come trattare la Cellulite 1

Come dice una nota pubblicità, sì la cellulite è una patologia.

Colpisce circa il 90% della donne ed è una delle patologie i cui effetti creano più disagio.

Cos’è in medicina?

Chiamata comunemente “buccia d’arancia”, confusa spesso con la ritenzione idrica (che in questo caso è un sintomo), il suo nome scientifico è “panniculopatia edemato-fibro-sclerotica”.

 

Come si manifesta?

Interessa il tessuto grasso, formalmente “adiposo”, la pelle e il microcircolo. Si presenta uno sbilanciamento del tessuto adiposo, le cellule adipose si gonfiano e alterano il microcircolo e la loro distribuzione.

Osservando la pelle, si manifesta il classico aspetto a buccia d’arancia.

Quali sono le cause?

Alterazioni ormonali, alimentazione errata, vita sedentaria e cattive abitudini, genetica, fumo di sigaretta …

Come prevenire?

Evitando abbigliamento troppo aderente, idratando l’organismo quotidianamente, mantenendosi in movimento attraverso attività sportiva come il pilates, nuoto, camminata veloce ..

Come trattarla? I nostri consigliCellulite

Consigliamo più interventi contemporaneamente:

  • La pratica di attività fisica: consigliamo il nuoto, pilates, yoga, camminata veloce, cyclette..
  • La formulazione di un alimentazione bilanciata in base alle necessità del paziente
  • Sedute di linfodrenaggio manuale Vodder volte a stimolare il microcircolo
  • Sedute di fisioterapia posturale ed altre pratiche fisioterapiche.