Fisioterapia Domiciliare a Roma
Ernia del disco

Ernia del Disco 1

L’ernia del disco è una patologia molto diffusa, è considerata una delle cause più comuni di mal di schiena.

Riguarda la colonna vertebrale, nello specifico il disco intervertebrale.
Il disco intervertebrale è quel cuscinetto tra una vertebra e l’altra, posto per ammortizzare gli urti e facilitare la mobilità.

Cosa avviene?

Il disco, che è composto esternamente da una parte rigida e internamente da una gelatinosa, inizia a perdere materiale gelatinoso a causa di una rottura della parte esterna.

Quali sono le cause dell’ernia del disco?

Le cause possono essere molteplici. La più diffusa è l’invecchiamento, quindi l’usura del disco, ma anche traumi sportivi, incidenti, predisposizione genetica e lavori pesanti.

Chi è più colpito?

In base agli ultimi studi, sono colpiti di più gli uomini rispetto alle donne, con un’età compresa tra i 30 e 50 anni.
Quali sono i sintomi ?
Dopo la rottura e la fuori uscita gelatinosa, i nervi intorno si infiammano, il disco si assottiglia e il soggetto colpito inizia a sentire del dolore localizzato.

I sintomi possono variare in base alla zona interessata, quelli più diffusi sono:

-Dolori dove si è verificata la rottura e fuori uscita, che può estendersi in altre zone,
-Formicolio, irrigidimento e stanchezza.
In alcuni casi può presentarsi senza sintomi.
La diagnosi.
Come primo passo consigliamo una visita specialistica da un ortopedico o un neurochirurgo.
Normalmente si procede con una tac o con una risonanza magnetica per osservare meglio lo stato della colonna.
Successivamente si individua la tipologia di intervento più adatta al caso.
Come intervenire?
Tendenzialmente l’approccio che si attua è quello di tipo conservativo, poco invasivo e volto a migliorare la qualità della vita del paziente, diminuendo il dolore e le altre sintomatologie. Vengono prescritti degli antidolorifici e antiinfiammatori, uniti a dei cicli di fisioterapia specializzata.
Generalmente il fisioterapista affiancherà delle pratiche manuali a pratiche strumentali.

Per questa tipologia di problematiche la fisioterapia è considerata lo strumento migliore d’intervento.

In alcuni casi, i più gravi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Ernia del disco

Consigliamo la lettura di:

Ernia del Disco Lombare

L’ernia del disco corrisponde alla fuoriuscita della sostanza del nucleo dai limiti dell’anello
fibroso.

La causa può essere ricercata in sollecitazioni eccessive, sforzi ripetuti, una prolungata tensione
imposta al meccanismo del disco, alterazioni dell’anello fibroso o combinazioni di tutti questifattori.

Si può trattare di una sollecitazione

•  abnorme di un meccanismo discale normale
•  normale di un meccanismo discale alterato
•  normale di un meccanismo discale normale ma impreparato a subirla.

 

Sintomatologia.

Il paziente affetto da ernia discale lombare riferisce una storia di sciatica: descrive cioè un dolore che originando in corrispondenza della regione lombo sacrale o di un gluteo si irradia
lungo uno degli arti inferiori.

Spesso non è presente un evento traumatico immediatamente precedente: il dolore di una caduta, di un urto, del sollevamento di un forte peso; in effetti uno stretto rapporto cronologico fra stress ed insorgenza del dolore è tutt’altro che frequente.

Lo sforzo violento o le sollecitazioni ripetute hanno spesso avuto luogo molto prima dell’improvviso inizio dei disturbi ed hanno creato i presupposti per l’erniazione.
L’anello fibroso, indebolito, perde la sua elasticità della sua capacità di contenzione in seguito agli insulti subiti, a questo punto una sollecitazione di intensità anche moderata può provocare l’erniazione del materiale del nucleo.

Di solito il dolore compare all’improvviso e provoca una contrattura dei muscoli paravertebrali sufficiente ad immobilizzare Il tronco: il paziente non può flettersi in avanti o mettersi di nuovo
dritto dopo una flessione senza accusare una grave intensificazione dei disturbi.

Qualsiasi movimento del tronco provoca spasmo muscolare e dolore.

In altri casi il dolore si insedia contemporaneamente a livello lombosacrale e lungo l’arto
Inferiore.

Il dolore o il senso di contrattura che il paziente può avvertire nella regione anteriore della coscia è dovuto la contrattura del muscolo ileopsoas che accompagna la cosiddetta scoliosi antalgica acuta, questo spasmo rientra nel meccanismo di immobilizzazione che impedisce i movimenti della colonna vertebrale bloccandola.

La sciatalgia è un dolore dovuto a irritazione per lo più da compressione del tronco del nervo sciatico o delle sue radici avvertito lungo l’arto Inferiore.