Fisioterapia Domiciliare a Roma

Ernia del Disco Lombare

L’ernia del disco corrisponde alla fuoriuscita della sostanza del nucleo dai limiti dell’anello
fibroso.

La causa può essere ricercata in sollecitazioni eccessive, sforzi ripetuti, una prolungata tensione
imposta al meccanismo del disco, alterazioni dell’anello fibroso o combinazioni di tutti questifattori.

Si può trattare di una sollecitazione

•  abnorme di un meccanismo discale normale
•  normale di un meccanismo discale alterato
•  normale di un meccanismo discale normale ma impreparato a subirla.

 

Sintomatologia.

Il paziente affetto da ernia discale lombare riferisce una storia di sciatica: descrive cioè un dolore che originando in corrispondenza della regione lombo sacrale o di un gluteo si irradia
lungo uno degli arti inferiori.

Spesso non è presente un evento traumatico immediatamente precedente: il dolore di una caduta, di un urto, del sollevamento di un forte peso; in effetti uno stretto rapporto cronologico fra stress ed insorgenza del dolore è tutt’altro che frequente.

Lo sforzo violento o le sollecitazioni ripetute hanno spesso avuto luogo molto prima dell’improvviso inizio dei disturbi ed hanno creato i presupposti per l’erniazione.
L’anello fibroso, indebolito, perde la sua elasticità della sua capacità di contenzione in seguito agli insulti subiti, a questo punto una sollecitazione di intensità anche moderata può provocare l’erniazione del materiale del nucleo.

Di solito il dolore compare all’improvviso e provoca una contrattura dei muscoli paravertebrali sufficiente ad immobilizzare Il tronco: il paziente non può flettersi in avanti o mettersi di nuovo
dritto dopo una flessione senza accusare una grave intensificazione dei disturbi.

Qualsiasi movimento del tronco provoca spasmo muscolare e dolore.

In altri casi il dolore si insedia contemporaneamente a livello lombosacrale e lungo l’arto
Inferiore.

Il dolore o il senso di contrattura che il paziente può avvertire nella regione anteriore della coscia è dovuto la contrattura del muscolo ileopsoas che accompagna la cosiddetta scoliosi antalgica acuta, questo spasmo rientra nel meccanismo di immobilizzazione che impedisce i movimenti della colonna vertebrale bloccandola.

La sciatalgia è un dolore dovuto a irritazione per lo più da compressione del tronco del nervo sciatico o delle sue radici avvertito lungo l’arto Inferiore.

 

 

 

La Sciatica: di Cosa Parliamo?

Il termine Sciatica è molto usato per descrivere quello che in realtà dovrebbe essere chiamato lombalgia.
Sciatica è riferito al dolore provocato dal nervo sciatico.
Il nervo sciatico fuoriesce sotto forma di radici a livello delle vertebre lombari.
E’ il nervo più lungo e più grande del corpo e nel suo percorso attraversa in profondità i glutei e la parte posteriore della coscia.

 

I sintomi

 

Possono essere molto variabili:

  • dolore che può avere caratteristiche di grande intensità,
  • parestesie, sensazione di intorpidimento e di formicolio

 

 

 

 

 

 

Le Cause

 

Il dolore lombare che si irradia alla coscia può essere causato da diversi fattori anche se nella maggior parte dei casi è provocato da una protrusione del disco vertebrale. che va a comprimere le radici del nervo.

Il medico specialista potrà valutare di effettuare ulteriori esami, come radiografie o risonanza magnetica.

Fattori di rischio predisponenti possono essere individuati nel sovrappeso, gravidanza per il carico aggiuntivo e le modificazioni che la colonna deve sopportare, sollevamento di pesi, sedentarietà.

 

La Prevenzione

 

Attacchi di sciatica possono essere prevenuti ed anche il rischio di recidive può essere ridotto.

Corretto stile di vita: movimento, controllo del peso, miglioramento della postura, attenzione nel sollevare pesi anche di piccola entità da terra.

Fisioterapia eseguita da un professionista, posturale personalizzata potranno evitare recidive e peggioramenti.